Danza delle Spade

Venaus

folklore and traditions

Nella Valle di Susa la danza delle spade sopravvive nei paesi di Giaglione, Venaus e San Giorio, dove gli spadonari hanno il compito di accompagnare la statua del santo patrono durante la processione in suo onore (con la sola eccezione di San Giorio, dove la danza delle spade è abbinata, dal 1929, alla rappresentazione legata alla leggenda di un feudatario spodestato e in cui il ruolo degli spadonari è quello di coraggiosi eroi che liberano la comunità oppressa).

La danza delle spade viene fatto rientrare in quel complesso sistema di riti primaverili che segnano il delicato momento di trapasso dall’inverno alla primavera, dalla morte alla rinascita. Spesso è collegata alla presenza di una struttura lignea a forma di tronco di cono, ornata con nastri, fiocchi, fiori e frutti e dentro alla quale viene posto del pane benedetto. La danza in cui si cimentano è costituita da precisi movimenti e figure che possono essere ricondotti ad antichi cerimoniali destinati ad invocare la fertilità dei campi. Anche i loro costumi, caratterizzati da copricapi adorni di nastri e fiori colorati, hanno lo stesso scopo.

A Venaus si danza nel giorno di San Biagio e di Sant’Agata (dal 3 al 5 febbraio). Gli spadonari assistono alla messa, insieme alle Priore e ai membri delle associazioni e delle confraternite maschili e femminili. Al termine della messa, la danza si svolge davanti alla chiesa: accompagnati dalle note della banda musicale, gli spadonari si esibiscono con destrezza e maestria in una serie di coreografie prestabilite, lanciando e scambiando le spade in aria.

  10050 Venaus
tel: 0122-505001
info@comune.venaus.to.it |

La Danza delle Spade ha luogo in occasione della Festa patronale di San Biagio e Sant'Agata dal 3 al 5 febbraio

Giaglione Danza delle Spade
San Giorio di Susa Danza delle Spade
Venaus Comune di Venaus

View as a list

Festa patronale di San Biagio e Sant'Agata

Alberto Milesi e Sara Ghiotto